My persistent         quest for Bolero
Exhibition


·  Fondazione Volume! - Roma
Installazione sonora


Podcast intervista sul canale
Spotify di VOLUME!
Il 22 novembre 1928, all’Opéra Garnier di Parigi, andò in scena la prima esecuzione pubblica del Boléro di Maurice Ravel, una musica per balletto destinata a diventare una delle composizioni musicali più famose, studiate e citate del Novecento.
La particolarità del Boléro, è la sua estrema essenzialità: tutti i circa quindici minuti della sua durata sono occupati da due soli temi, ripetuti ipnoticamente sopra una base ritmica ossessiva e primitiva.

Polisonum legge nella composizione di Ravel e nella sua caratteristica ripetitività, la possibilità di indagare il rapporto tra organi uditivi e cervello, memoria e organizzazione dei suoni. Prende in esame alcuni casi di amusia, cioè l’incapacità di comprendere, eseguire e percepire la musica, e rielabora il Bolero alterandone il senso armonico e la struttura ritmica.
L’installazione “My persistent quest for Bolero” si con gura come un dispositivo dialogico in cui due diverse percezioni si intrecciano creando un terzo campo di ascolto sconosciuto da entrambi. Il risultato è uno spazio sonoro, un luogo di con itto e di incontro che interroga il fruitore sulla sua percezione della realtà e sui meccanismi di vita sociale e individuale dovuti alle molteplici percezioni
della musica.
Year: 2020